Filtri, Ordinamenti e Ricerche nei Nostri Software Gestionali

I nostri software gestionali sono organizzati tutti su delle finestre a lista che a prima vista sembrerebbero tutte uguali tra loro, questo è vero, ma ci sono anche differenze più marcate. Innanzitutto ci sono delle differenze tra i nostri prodotti a pagamento e gratuiti, le liste virtuali che consentono di gestire moltissimi dati e con dei tempi di elaborazione minimi ( magari il funzionamento lo spiegheremo nel dettaglio in un prossimo articolo ) sono proprio tipiche dei primi. Poi abbiamo i filtri che nei primi sono in alto alle colonne sotto l’intestazione delle stesse e nei secondi sono solo a pulsanti.

Lista principale degli articoli di magazzino
Lista principale degli articoli di magazzino

Da questa immagine sopra potete vedere come sono strutturati i dati nei nostri software, in questo caso Minosse. Abbiamo una lista di valori che possono essere selezionati ed è possibile operare su di essi. Per ricercare un valore è sufficiente scrivere la parola nell’apposito spazio in alto alle colonne, ovviamente, se trovato, verrà selezionata la riga corrispondente. Possiamo ricercare un valore per ogni colonna visibile e di solito è possibile scegliere le intestazioni su cui lavorare.
I filtri sono semplici da gestire, infatti occorre scrivere i valori da selezionare nelle intestazioni di colonna e fare click su uno dei pulsanti con l’immagine di un filtrino. Possiamo inserire i valori di filtro su più colonne, in questo caso saranno concatenati con l'”AND” logico, ossia saranno visibili solo i dati con il primo valore rispettato ed il secondo, il terzo e via dicendo.
Per quanto riguarda invece l’ordinamento, il funzionamento è il seguente, tipico di qualsiasi lista di Windows: al primo click si ottiene l’elenco ordinato in senso ascendente, quindi dal valore più piccolo al più alto, al secondo click sulla stessa colonna l’ordinamento sarà discendente. Se in una colonna non abbiamo ordinamento, ovviamente al primo click si avrà quello ascendente.
Ad un primo approccio sembra un poco complicato lavorare con le liste, soprattutto se si viene da software gestionali vecchi senza questo tipo di supporto che sembra diventare pian piano lo standard per i programmi aziendali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *